Archivio tag | enrico petrella

I MISTERI – OTTAVA PARTE

PRIMA PARTE – Introduzione
SECONDA PARTE – Le confraternite
TERZA PARTE – Dalle casazze ai misteri
QUARTA PARTE – Piccoli incidenti di percorso
QUINTA PARTE – Una arrancata fino ai giorni nostri
SESTA PARTE – Carchet
SETTIMA PARTE – Mastri trapanesi dell’arte della colla e tela

Le immagini – Dalla spartenza all’incoronazione di spine

Cari lettori, finora abbiamo parlato tanto dei misteri. Oggi lasciamo la parola alle immagini. Quelle che vedete sotto sono prese dal libro I percorsi del sacro di Giacoma Pilato e Paolo Tenorio – Edizioni Guida 1993. La colonna sonora, Jone, è del palermitano Enrico Petrella.

Si avvicinava il tempo nel quale Gesù doveva lasciare questo mondo, perciò decise fermamente di andare verso Gerusalemme (Luca 9,51)

misteri01_spartenza

I – La spartenza (la separazione)

CETO: OREFICI
ARTISTA: MARIO CIOTTA (XVII SECOLO)

Allora si alzò da tavola, si tolse la veste e si legò un asciugamano intorno ai fianchi, versò l’acqua in un catino, e cominciò a lavare i piedi ai suoi discepoli (Giovanni 13)

misteri02_lavanda

II – La lavanda dei piedi

CETO: PESCATORI

ARTISTA: MARIO CIOTTA (XVII SECOLO), RICOSTRUZIONE DI GIUSEPPE CAFIERO (XX SECOLO)

Poi si allontanò da loro circa un tiro di sasso, cadde in ginocchio e pregava dicendo: «Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà». Gli apparve allora un angelo dal cielo per confortarlo. (Luca, 22, 41-43)

III – Gesù nell’orto del Getsemani

CETO: ORTOLANI

AUTORE: BALDASSARE PISCIOTTA

Allora Simon Pietro, che aveva una spada, la trasse fuori e colpì il servo del sommo sacerdote e gli tagliò l’orecchio destro. Quel servo si chiamava Malco (Giovanni 18, 10)

IV – L’arresto

CETO: METALLURGICI

AUTORE: IGNOTO, RICOSTRUZIONE DI VITO LOMBARDO

Detto questo, Gesù uscì con i suoi discepoli e andò di là dal torrente Cèdron, dove c’era un giardino nel quale entrò con i suoi discepoli. (Giovanni 18, 1)

V – La caduta al Cedron

CETO: NAVIGANTI

AUTORE: FRANCESCO NOLFO

Perché interroghi me? Interroga quelli che hanno udito ciò che ho detto loro; ecco, essi sanno che cosa ho detto». Aveva appena detto questo, che una delle guardie presenti diede uno schiaffo a Gesù, dicendo: «Così rispondi al sommo sacerdote?» (Giovanni 18, 21-22)

VI – Gesù dinanzi ad Hanna

CETO: FRUTTIVENDOLI

AUTORE: IGNOTO, RICOSTRUZIONE DI DOMENICO LI MULI

Veduto Pietro seduto presso la fiamma, una serva fissandolo disse: «Anche questi era con lui». Ma egli negò dicendo: «Donna, non lo conosco!». Poco dopo un altro lo vide e disse: «Anche tu sei di loro!». Ma Pietro rispose: «No, non lo sono!». Passata circa un’ora, un altro insisteva: «In verità, anche questo era con lui; è anche lui un Galileo». Ma Pietro disse: «O uomo, non so quello che dici». E in quell’istante, mentre ancora parlava, un gallo cantò. Allora il Signore, voltatosi, guardò Pietro, e Pietro si ricordò delle parole che il Signore gli aveva detto: «Prima che il gallo canti, oggi mi rinnegherai tre volte». E, uscito, pianse amaramente (Luca 22, 56-62)

VII – La negazione

CETO: BARBIERI E PARRUCCHIERI

AUTORE: BALDASSARE PISCIOTTA

Pilato… venne così a sapere che Gesù apparteneva al territorio governato da Erode. In quei giorni anche Erode si trovava a Gerusalemme: perciò Pilato ordinò che Gesù fosse portato da lui.

Da molto tempo Erode desiderava vedere Gesù. Di lui aveva sentito dire molte cose e sperava di vederlo fare qualche miracolo. Perciò, quando vide Gesù davanti a sé, Erode fu molto contento. Lo interrogò con insistenza, ma Gesù non gli rispose nulla. Intanto i capi dei sacerdoti e i maestri della Legge che erano presenti lo accusavano con rabbia. Anche Erode, insieme con i suoi soldati, insultò Gesù. Per scherzo gli mise addosso una veste splendida e lo rimandò da Pilato. (Luca 23, 7-11)

VIII – Gesù dinanzi a Erode

CETO: PESCIVENDOLI

AUTORE: BALDASSARE PISCIOTTA

Allora Pilato fece prendere Gesù e lo fece flagellare. (Giovanni 19,1)

IX – La flagellazione

CETO: MURATORI E SCALPELLINI

AUTORE: IGNOTO, FORSE MILANTI

E i soldati, intrecciata una corona di spine, gliela posero sul capo e gli misero addosso un mantello di porpora; quindi gli venivano davanti e gli dicevano: 3«Salve, re dei Giudei!». E gli davano schiaffi. (Giovanni 19 2-3)

X – L’incoronazione di spine

CETO: FORNAI

AUTORE: ANTONIO NOLFO, RICOSTRUZIONE DI GIUSEPPE CAFIERO

 (CONTINUA…)