FRANCESCO FRUSTERI, PACECOTO, MATRICIDA E QUASI SANTO

Appassionati lettori, può un assassino diventare oggetto della devozione popolare?

Sul Rumpiteste tutto è possibile e quindi la risposta è si, e ha dell’incredibile se consideriamo che Francesco Frusteri ha ucciso addirittura la propria madre, una sorta di Edipo in versione pacecota.

La storia viene raccontata per la prima volta da Giuseppe Pitré, studioso e narratore del folklore popolare.

San_Francesco_Paceco

La Chiesa di San Francesco di Paola a Paceco

Siamo all’inizio dell’800. Tutto comincia in un campo di Paceco dove lavora Francesco Frusteri, bracciante a giornata, che a un certo punto si innamora della vicina di casa. La storia non sembra diversa da tante altre, ma invece di una normale storia d’amore è l’inizio della tragedia. Isabella, questo il nome della fanciulla, non piace alla mamma di Francesco e tra suocera e nuora comincia una lunga e logorante guerra di nervi. E siccome tutte e due tengono duro, a cedere per primi sono i nervi del povero Francesco che, tra una mamma iperpossessiva e una moglie dolce e innamorata, sceglie quest’ultima e con un colpo di zappa uccide la propria madre. Francesco non scappa. La giustizia fa velocemente il suo corso e alla fine la sentenza è implacabile: condanna a morte per decapitazione. La cittadinanza lo difende. Gli amici supplicano il viceré di avere pietà, ma per inoltrare la domanda di grazia ci vuole il consenso del condannato e Francesco proprio non vuole saperne. E’ deciso ad accettare il proprio destino e allora non c’è niente da fare. All’alba del 5 novembre 1817 la sentenza viene eseguita. L’atteggiamento rassegnato e dignitoso di Francesco rimane nella memoria dei pacecoti, che lo tumulano nella locale Chiesa di San Francesco di Paola. Cominciano a pregarlo come un vero santo, addirittura chiedendogli miracoli, i parti di Frusteri, che vengono prontamente esauditi. La sua fama si diffonde richiamando i pellegrini dal contado e dal resto della Sicilia, anche dall’Isola Longa, dice il Pitré.

Frusteri_lapide

Negli anni successivi il culto per Frusteri è diminuito molto, oggi è quasi scomparso, ma forse questo articolo aiuterà a tenerne viva la memoria…

Annunci

4 thoughts on “FRANCESCO FRUSTERI, PACECOTO, MATRICIDA E QUASI SANTO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...