STORIA DI UN RIVOLUZIONARIO TRAPANESE – SETTIMA PARTE

L’Australian Socialist League

PRIMA PARTE – LA COMUNE DI PARIGI
SECONDA PARTE – L’INTERNAZIONALE SOCIALISTA SBARCA A TRAPANI
TERZA PARTE – DA TRAPANI A SYDNEY
QUARTA PARTE – LA NAVE DEI DISPERATI
QUINTA PARTE – L’ITALO-AUSTRALIANO

SESTA PARTE – L’ESILIO DI ORANGE

Billy_Hughes

Billy Hughes, primo ministro d’Australia dal 1913 al 1925, veniva dalla Australian Socialist League

Sceusa, dicevamo, torna a Sydney in un periodo di grandi cambiamenti. Tra il 1890 e il 1894 scioperano i lavoratori marittimi, i tosatori di pecore, i minatori. Le azioni, caotiche, tuttavia non ottengono nessun risultato e allora l’Australian Socialist League decide di affiancare l’azione politica agli scioperi.

Di politici che faranno carriera dalla lega ne usciranno diversi: William Holman, George Black e Billy Hughes sono i più famosi. Sceusa si colloca su posizioni più radicali, ma è in minoranza. E il fatto di essere italiano di certo non lo aiuta.

L’arrivo di molti emigrati aveva infatti causato i primi problemi di disoccupazione, novità assoluta per l’Australia. A un certo punto l’Australian Workman, giornale laburista, lo accusa di avere “maccheroni al posto del cervello” per aver difeso “quell’orda di sporchi rifiuti che dall’Italia infestano le sponde inglesi, […] subdoli bastardi che strisciano in questo paese per rubare all’operaio inglese il suo meritato guadagno e per offrire il loro lavoro a prezzi inferiori“. Come si vede, il vocabolario politico non è cambiato molto da allora…

Tommaso_Fiaschi_1900

Tommaso Fiaschi con la divisa dell’armata australiana

Sceusa s’impunta e spalleggiato dall’Australian Socialist League, ottiene le scuse del giornale e il licenziamento dell’incauto redattore, Oswald Keatinge. Tuttavia la sua origine italiana sarà un bersaglio costante per i suoi avversari. Il Truth, giornale di Sydney, il 12 gennaio 1890, scrive che “nessun uomo può onestamente servire due paesi così diversi come Australia e l’Italia. Egli deve essere un traditore o dell’uno o dell’altro.” In realtà il Truth era stato ispirato da un gruppo di notabili italiani che considera Sceusa “il sudicio uccello che insozza il proprio nido“.

E’ solo un altro episodio della guerra per la leadership della della comunità italiana, da sempre divisa in due fazioni, quella “nazionalista” capeggiata da Tommaso Fiaschi, e quella “internazionalista” di Sceusa. La diatriba si conclude nel 1891 con l’espulsione di Fiaschi dal circolo democratico italiano, che vira così verso il socialismo. Una grande soddisfazione per Sceusa, ma una ancora più grande sta per arrivare. E’ il giugno 1893 e Sceusa assieme alla moglie è appena arrivato al molo di Sydney…

(CONTINUA…)

OTTAVA PARTE – UN VIAGGIO IN EUROPA
NONA PARTE – FAREWELL TO SYDNEY
DECIMA PARTE – SCEUSA CONTRO NASI
UNDICESIMA PARTE – GLI ULTIMI ANNI
ADDENDUM – LOUISA SWAN

Annunci

4 thoughts on “STORIA DI UN RIVOLUZIONARIO TRAPANESE – SETTIMA PARTE

  1. Noto una grande somiglianza fra Billy Hughes e Billy Nelson di Quattro Carogne a Malopasso? 😯🍺💀
    Che Vito Colomba si sia ispirato alla Australian Socialist League?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...