I MISTERI – QUINDICESIMA PARTE

PRIMA PARTE – Introduzione
SECONDA PARTE – Le confraternite
TERZA PARTE – Dalle casazze ai misteri
QUARTA PARTE – Piccoli incidenti di percorso
QUINTA PARTE – Una arrancata fino ai giorni nostri
SESTA PARTE – Carchet
SETTIMA PARTE – Maestri trapanesi dell’arte della colla e tela
OTTAVA PARTE – Multimedia: dalla Spartenza all’Incoronazione di Spine
NONA PARTE – Multimedia: da Ecce Homo all’Addolorata
DECIMA PARTE – A vella
UNDICESIMA PARTE – Il mistero più grande
DODICESIMA PARTE – Il lessico dei misteri
TREDICESIMA PARTE – Il mistero dell’ultima cena
QUATTORDICESIMA PARTE – Di chi sono i misteri?

La madre Pietà dei Massari e la madre Pietà del Popolo

Madre Pietà dei Massari

Domanda trabocchetto. Quante maestranze ci sono nell’Unione delle Maestranze? Dato che i misteri sono venti, la risposta dovrebbe essere…

No! Se la risposta è stata venti avete sbagliato, ma siccome vi avevamo messi in guardia siamo sicuri che non ci siete cascati… In realtà le maestranze sono ventidue. E non stiamo tornando a parlare di presunti misteri scomparsi. Le due maestranze in più sono quelle che organizzano le altre due processioni della settimana santa trapanese: la processione della Madre Pietà dei Massari e quella della Madre Pietà del Popolo.

A portare i misteri, lo abbiamo già detto, dall’800 non sono più gli appartenenti alle categorie artigiane, bensì dei professionisti pagati per il lavoro svolto, i massari. Siccome devono lavorare il venerdì santo, fanno la loro processione il martedì, e cosí facendo aprono i riti della settimana santa.

Madre Pietà del Popolo

Dal martedì pomeriggio, dicevamo, si alternano per portare la loro madonna dalla Chiesa del Purgatorio fino a piazza Lucatelli dove, in una cappella improvvisata, viene vegliata dalle donne dei massari fino al giorno successivo. Non si conosce con certezza l’autore del dipinto. Alcuni credono di averlo individuato in Narciso Guidone, altri in Giuseppe Arnino, entrambi vissuti nel ‘600.

In passato, al termine della processione, un massaro estratto a sorte si portava il quadro a casa e lo teneva fino all’anno successivo. Dal 1934 invece la madonna viene custodita in una chiesa,. Attualmente questa funzione è affidata alla Chiesa del Purgatorio.

L’indomani, il mercoledì, è il turno dell’altra processione, leggermente più antica dato che risale all’inizio del ‘700. La Madre Pietà del popolo, detta A maronna ‘ri putiara, perché gestita dal ceto dei fruttivendoli, esce dalla Chiesa dell’Addolorata e attraversa le strade della Trapani vecchia fino ad arrivare anch’essa a piazza Lucatelli.

Il momento dello scambio dei ceri

Qui le due madonne si incontrano. E’ il momento clou e i rappresentanti delle due processioni si scambiano un cero, in ricordo della pace suggellata nel 1885 tra i facchini di Piano San Rocco, ovvero i massari, e la Compagnia di Sant’Anna, scomparsa alla fine dell’800, ma che allora era l’organizzatrice della processione della Pietà del Popolo. I contrasti derivavano dal primato che entrambe le processioni volevano avere. Nel 1855 la Compagnia di Sant’Anna si rivolse addirittura al vescovo Ciccolo Rinaldi per impedire lo svolgersi della manifestazione rivale, ma a quanto pare il vescovo aveva cose più importanti a cui pensare.

Il quadro della Madre Pietà del Popolo, che probabilmente faceva parte di una tela più grande, è quasi uguale a quello dei massari, ma forse più pregiato, ed è probabilmente opera del pittore trapanese Giovan Battista De Vita, vissuto all’inizio del ‘600.

Anticamente le due processioni avvenivano un giorno più tardi, ma questo accavallarsi di impegni durante la settimana santa, spinse nel 1956 il vescovo Mingo ad anticiparle di un giorno.

Vale la pena ricordare che alle due processioni è anche legata l’invenzione dei cavalletti, ma su questo ritorneremo un’altra volta…

SEDICESIMA PARTE – L’Archimede dei cavalletti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...