IL FANTASMA DEL VAGABONDO VOLANTE – PARTE PRIMA

E’ il 3 gennaio 1768 e le famiglie trapanesi cercano di tirare avanti aspettando la stagione della pesca e la riapertura delle tonnare. Quel giorno una tempesta si abbatte su Trapani. Leonardo Maria Morello ancora non lo sa, ma quella tempesta gli porterà fortuna.

Lo stesso giorno al castello di Windsor, Alberto Vittorio Cristiano Edoardo si prepara al prossimo compleanno. Deve compiere quattro anni e, assieme a suo fratello Giorgio Federico Ernesto Alberto, di due anni più piccolo, trascorre le giornate a studiare da re, perché Alberto Vittorio è il royal baby di casa Sassonia-Coburgo-Gotha.

Richard Wagner invece non è ancora nato, e quindi non può saperlo, ma quello che sta per succedere gli porterà fortuna. Per altri invece sarà una maledizione…

Gli scogli del Ronciglio di fronte il porto di Trapani. Sulla destra le saline.

Gli scogli del Ronciglio di fronte il porto di Trapani. Sulla destra le saline.

La sera di quel 3 di gennaio la tempesta non accenna a placarsi. Un vascello in difficoltà cerca ricovero nel porto del Ronciglio, allora non ancora collegato alla terraferma. La bufera però è fortissima e la manovra difficile. Mentre si avvicina, il vascello urta la scogliera e una nave inglese che era ormeggiata.

I danni sono ingenti, si apre anche una falla nello scafo e parte del carico è perduta, ma fortunatamente non ci sono vittime.

L’indomani il tempo è più clemente, e mentre l’equipaggio viene fatto accomodare nella Casina di Sanità, per i controlli medici di routine, la macchina dei soccorsi si mette in moto. I soccorritori, otto marinai con le loro piccole barche usate per la pesca del corallo, riescono a recuperare il diario di bordo e il vestiario dell’equipaggio. E così pian piano cominciano i lavori di recupero, che da subito si preannunciano lunghi e costosi, coordinati dal proconsole olandese in città, Leonardo Maria Morello. L’imbarcazione è infatti olandese, si chiama Zwerver, ed era partita da Amsterdam diretta a Venezia con un carico di formaggio, stagno, tabacco, pellame, erbe aromatiche e cacao.

Modellino del vascello Prins Willem Fredrik Hendrik conservato al Rijksmuseum, Amsterdam

Modellino del vascello olandese Prins Willem Fredrik Hendrik conservato al Rijksmuseum, Amsterdam

I poveri olandesi, scampati alla furia del mare e sistemati in una casa del Condominio Pallavicini, non possono fuggire però dai trapanesi, per i quali il naufragio è un vero colpo di fortuna. Essi infatti si fanno pagare qualsiasi attività a carissimo prezzo. Ogni giornata di lavoro degli operai, ad esempio, viene pagata il doppio rispetto al normale, con la differenza che ovviamente va al capomastro.

Si acquistano panni e contenitori per i formaggi e il tabacco. Le merci recuperate sono spedite a Venezia, ad eccezione dei barili di carne salata e di uva passa che sono deperibili e quindi vengono venduti in città.

Su ogni transazione il Morello incassa una lauta percentuale, ma non è solo lui a essere contento. A fare la parte del leone in questa vicenda è anche la burocrazia. Balzelli e dazi su ogni cosa. Diritti d’ufficio, diritti di investitura del console, diritti sulle compravendite, perizie, ogni cosa è tassata.

Non entriamo nel dettaglio della storia lunga e complessa e che a un certo punto vede anche il console olandese di Messina, Alessandro Welscher, intromettersi per contestare l’autorità consolare di Morello, che l’aveva ricevuta dal defunto predecessore di Welscher, Francesco Danse. Fatto sta a Trapani in molti si arricchirono grazie al naufragio dello Zwerver, che alla fine fu smontato pezzo per pezzo e venduto come legno di recupero.

Forse è stato davvero il maltempo a far naufragare lo Zwerver, e forse non c’è dietro nessun mistero, e quindi questa storia interessante e per molti versi istruttiva potrebbe finire qui. O forse c’è di più. (CONTINUA…)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...