SMARTPHONE A TRAPANI

smartphoneDi recente alcuni lettori del blog di lunga data (S.P., D.M., C.A. tanto per non fare nomi…) hanno superato la loro repulsione nei confronti della tecnologia e sono entrati nel mondo degli smartphone. Questo mi ha fatto riprendere un articolo da tempo in sospeso.

Gli smartphone sono dei telefoni con capacitá di calcolo e di connessione piú avanzate rispetto ai normali cellulari, coi quali oltre a telefonare e mandare messaggi, si può anche navigare in internet, leggere le email, accedere ai social network, fare fotografie, e tanto altro.

I brevetti sul principio di funzionamento risalgono agli anni ’70 (link), ma sono stati prodotti e commercializzati soltanto negli anni ’90. Sembra impossibile quindi che qualcuno nella Trapani degli anni ’60 già sapesse tutto questo, eppure… Trapani nuova telefonini

…eppure un articolo di Trapani Nuova del 26 giugno 1962 ce li descrive proprio come sono adesso.

Il titolo é significativo : « Nel 2000 i telefoni faranno tutto loro »
E poi il contenuto:

Leggeremo i giornali attraverso la rete telefonica e potremo anche servircene per le operazioni di banca

L’uomo d’affari deciderá di restare in casa e […] convocare una conferenza con i soci in differenti localitá

[I telefoni] potranno permettere la lettura degli ultimi libri senza neppure costringere l’interessato a recarsi in biblioteca per il prestito

Le conversazioni assorbiranno soltanto una piccola parte del traffico sulle linee telefoniche

Ma come si spiega tutto questo? Arti divinatorie? Botta di culo? Viaggi nel tempo? Lo abbiamo chiesto a Lino Vivacinzia, esperto informatico, che ci ha risposto così:

LavicinzioL.V.: “Le possibili spiegazioni sono tante: una buona combinazione di fantasia, spirito profetico e immedesimazione in quelle che sarebbero state le esigenze dell’uomo moderno.”

TP: “Mmmh. Si spieghi meglio.”

L.V.: “Sono le esigenze dell’uomo che spingono la tecnologia in una determinata direzione piuttosto che in un’altra. Magari il giornalista, stanco del traffico, delle file alle poste, delle lunghe attese, ha immaginato come la tecnologia avrebbe potuto migliorare la vita di tutti i giorni. Ogni giorno compiamo mille azioni, ad esempio usciamo di casa, andiamo in edicola, compriamo il giornale, paghiamo, torniamo a casa e tutto questo costa tempo e fatica. Secondo me il giornalista che ha scritto l’articolo era molto pigro e avrebbe voluto fare tutto senza muoversi da casa.”

TP: “Interessante. Ma saprebbe dirci cosa faranno gli smartphone fra 50 anni?”

L.V.: “Non è facile stabilirlo. In realtà pur non negando le caratteristiche profetiche dell’articolo di Trapani Nuova, il giornalista non è stato molto preciso, dato che l’iphone, il primo vero modello di smartphone, è stato commercializzato soltanto nel 2007. Ad ogni modo considerato la velocità esponenziale alla quale viaggiano le innovazioni tecnologiche oggigiorno mi sento di dirle che incredibili cambiamenti nella vita di tutti i giorni sono da aspettarsi entro i prossimi vent’anni piuttosto che cinquanta.”

TP: “Ad esempio?”

L.V.: “Ad esempio, poter inviare odori, oltre a suoni e immagini o proiettare l’ologramma dell’interlocutore durante la telefonata. I telefoni, comunque si chiameranno, saranno gli strumenti di identificazione al posto dei tradizionali documenti cartacei come patente o passaporto. Permetteranno il riconoscimento e l’avviamento della automobile, manderanno in pensione i POS per i pagamenti,  sostituiranno i costosissimi body scanner. E immagini le innumerevoli applicazioni in ambito medico, come il monitoraggio in tempo reale dei parametri vitali di una persona che potranno essere spediti istantaneamente al dottore.”

TP: “Grazie, dottor Vivacinzia. Ci rivediamo tra 20 anni, allora?”

L.V.: “Magari anche prima…”

L’edizione completa di Trapani Nuova è disponibile cliccando qui.
Un sentito grazie al dottor Vivacinzia, fulgido esempio di eccellenza italiana nel mondo, per la disponibilità.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...