LA VERA STORIA DI MARRA MIMI’

Cane con selvaggina. Forse attribuibile a Marra Mimì

Cane con selvaggina. Forse attribuibile a Marramimì?

Abbiamo già raccontato un aneddoto su Marramimì (link). Ebbene, dobbiamo ammettere che forse abbiamo sbagliato e che le cose non stanno così come le abbiamo raccontate.

La nuova versione ci arriva direttamente da un lettore trapanese che ha ascoltato la vera storia da suo padre, cliente abituale di due negozi di materiale per edilizia che si trovavano entrambi in via Orti, uno di fronte all’altro. Il padre del nostro lettore era anche amico di uno di essi e racconta che tra i due commercianti non correva buon sangue: scaramucce e piccoli dispetti erano all’ordine del giorno.

Una volta Marramimì, famoso pittore murale cittadino, passò da quelle parti e il proprietario di uno dei negozi gli commissionò un dipinto raffigurante un grosso cane con un grosso osso in bocca e legato alla cuccia da una grossa catena. Sotto il dipinto le parole “crepa infamia, chi d’invidia campa disperato muore” dirette ovviamente al rivale in affari. Marramimì eseguì il dipinto, fu pagato 10 lire e se ne andò soddisfatto.

Ovviamente il proprietario della bottega antistante capì subito che il cane che mordeva l’osso rappresentava lui rosicante d’invidia. Pensò allora di ripagare il dirimpettaio con la stessa moneta. Mandò a chiamare Marramimì e gli commissionò lo stesso dipinto, ma siccome 10 lire gli sembravano troppe, disse al pittore che non gli avrebbe dato più di 5 lire. Il pittore accettò, ma specificando: “Allora lo dipingo senza catena al collo”. “Va bene” gli rispose lo spilorcio. Il resto della storia è facile da immaginare. Il murales fu dipinto ad acquarello e non coi colori ad olio, la notte un violento acquazzone rovinò il dipinto e l’avaro commerciante restò con un palmo di naso…

E’ questa la versione definitiva o ci sarà un’altra errata corrige?

Annunci

3 thoughts on “LA VERA STORIA DI MARRA MIMI’

  1. Quindi Francesco Garitta, fonte della precedente versione, ha sbagliato? Da dove deriva l’errore? Era stata verificata la fonte?

  2. @Nocerino: Per la gestione del sito mi avvalgo di una equipe di collaboratori. Non sarebbe possibile per una sola persona.

    @Testadaci: I fatti narrati sono avvenuti più di 100 anni fa. Nè Garitta nè il nuovo informatore ne sono testimoni diretti. E’ quindi estrememente difficle se non impossibile stabilire chi ha ragione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...