IL FIGLIO DELLA SALMA

Ti conosco sai? Ti chiami Peppe Giacalone abiti in via Custonaci. Tua moglie Maria a pilusa fa schifo al cazzo! Pagheresti centomila lire per andare a letto con quella

Il_figlio_della_salmaUna estumulazione porta alla scoperta di un errore di sepoltura commesso anni prima, scatenando così la rabbia dei cittadini nei confronti di chiunque lavori nel cimitero: il direttore Vincenzo Marsala, il custode Rocco Catania e i tre becchini, Dino Cucuzza, Nanai La Luce e Asparu “u tappu”. Le cose vengono complicate da una seconda estumulazione, anche questa con un morto al posto sbagliato.

Nel frattempo si celebra il natale 1987, con la famiglia Cucuzza che si riunisce dopo tantissimi anni. Attorno allo stesso tavolo si siedono Dino, la moglie Palmapia, il figlio appena diplomato Tonino, il fratello Bettu detto “u ciuncu”, la sorella Annamaria ex-prostituta, e infine anche l’altro fratello Luigi, che dopo aver cambiato sesso si fa chiamare Marcella, vive a Firenze ed è tornata a Trapani per qualche giorno per riappacificarsi con Dino.

Non è un natale tranquillo comunque, perchè al cimitero si cerca il capro espiatorio delle sepolture sbagliate. Alla fine ne fa le spese il custode Rocco Catania, che, a causa della perfidia di Dino, viene accusato anche di aver incendiato la macchina del direttore Vincenzo Marsala. Fatto sta che la situazione causa al custode un fortissimo stress mettendone in pericolo la salute. Si avvererà ancora una volta la profezia dei becchini che vuole che nessun custode sia mai sopravvissuto fino alla pensione?

Annunci

One thought on “IL FIGLIO DELLA SALMA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...