ARMAGEDDON – IL CRATERE DI CUSTONACI – SECONDA PARTE

Se non lo avete già fatto, leggete prima la prima parte (link).

La scienza dice che il cratere non fu creato dall’impatto di un meteorite. E infatti nel database mondiale dei meteoriti (link 1 , link 2) non c’è traccia di qualcosa caduto in tempi più o meno lontani da quelle parti. Sarebbe un mistero quindi se non ci fosse una spiegazione scientifica molto più affascinante. Il cratere è stato formato da da secoli e secoli di erosione dell’acqua. Si tratterebbe in breve di una formazione geologica carsica, detta dolina. (clicca qui per sapere cosa sono le doline carsiche)

La particolaritá di questa dolina é che l’acqua proveniente da vari ruscelli converge a spirale verso un punto centrale, detto inghiottitoio. E l’ampliamento della conca é dovuto oltre che alla normale erosione anche al crollo delle pareti.

Cratere Custonaci 2

La prima cosa che colpisce il visitatore che avesse l’ardire di penetrare all’interno del cratere é il fresco. E questo microclima ha favorito lo sviluppo di una flora che non  possibile vedere all’esterno. Addentrandosi ancora l’incauto visitatore si troverebbe di fronte calciruditi e brecce risalenti al giurassico titoniano e continuando ancora si troverebbe si fronte delle rocce sedimentarie ancora più antiche, che si sono formate nel triassico superiore e in tutto questo una enorma quantità di esseri viventi, spugne e animali acquatici ormai fossili. Si, perchè 200 milioni di anni fa, quando i dinosauri erano appena comparsi sulla terra, le rocce del cratere giacevano in fondo al mare e sono arrivate dove le vediamo ora grazie al lento e continuo movimento della crosta terrestre. Sembra quasi di vedere gli abitanti dei mari di quei primi giorni, gli ittiosauri e i plesiosauri, nuotare indisturbati. Chissà che direbbe il professor Lidenbrock, quello del libro di Verne, se avesse potuto scendere nel cratere?

Ad ogni modo, è ora di risalire in superficie. Possiamo dire quindi che il cratere di contrada Bufara non è stato causato dall’impatto di un oggetto extra-terrestre o dalle saette lanciate contro il campieri di monte Cofano, e non è nemmeno la base di atterraggio di un UFO ma è un pezzo di fondale marino di 200 milioni di anni fa.

Cos’è meglio, la realtà o la fantasia?

Annunci

One thought on “ARMAGEDDON – IL CRATERE DI CUSTONACI – SECONDA PARTE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...