ARMAGEDDON – IL METEORITE DI CUSTONACI – PRIMA PARTE

Il meteorite caduto pochi giorni fa in Russia (link) ha richiamato l’attenzione su questo spettacolare e pericoloso fenomeno naturale. Grazie all’insistenza del mio amico Eugenio, ho deciso di anticipare i tempi per un articolo che avevo in mente giá da tempo, ma che pensavo di scrivere piú in lá. Su un meteorite, appunto.

Custonaci é una cittadina in provincia di Trapani conosciuta soprattutto per il presepe vivente nella grotta Mangiapane, per la Chiesa Madre e per aver dato i natali a Vito Colomba. Quello che di Custonaci molti non sanno é che un meteorite la colpí in tempi antichissimi causando una enorme voragine con pareti strapiombanti di forma vagamente circolare. Il cratere ha un raggio di circa 35 metri ed è profondo una quarantina.

Si puó ammirarlo dalla strada che da Trapani va a San Vito, arrivati appunto all’altezza di contrada Bufara, nei pressi di Custonaci.

Mappa di Trapani

Il cratere del meteorite, distante circa 25 chilometri da Trapani

Non si sa esattamente quando cadde il meteorite, non si sa nemmeno se il cratere è stato causato da un vero meteorite. Possiamo però fare delle ipotesi, incrociando i dati scientifici e le leggende che raccontano gli abitanti del luogo. Una storiella che si racconta da quelle parti comincia dalla battaglia combattuta in tempi remoti tra trapanesi e custonacesi (o forse custonacioti chissà?). E’ storia risaputa che i trapanesi affascinati dalla bellezza del monte Cofano lo legarono con una corda e provarono a trascinarlo fino a Trapani. Il tentativo però finì male, la corda si ruppe, i trapanesi caddero a mare e monte Cofano rimase al suo posto. Da quel momento gli abitanti di Custonaci, preoccupati del ritorno dei trapanesi, misero un guardiano (un campieri) davanti la montagna. I trapanesi però non si rassegnarono e convinsero un demone malvagio a lanciare saette infuocate contro gli abitani di Custonaci. Le saette però vennero miracolosamente deviate non si sa da chi finendo su una radura poco distante, quella su cui adesso sorge il cratere. Una di esse purtroppo finì anche per colpire il campieri pietrificandolo all’istante. Così Cofano fu salvato per la seconda volta e da allora il campieri fa la guardia al monte Cofano per l’eternità. Oggi su può ammirare in una sporgenza calcarea del monte stesso.
Questa la leggenda. Ma le cose andarono veramente cosí? Veramente quella figura in una nicchia del monte cofano é il guardiano di Custonaci che chissa quanti millenni fa aiutò i custonacesi (o custonacioti chissà?) a sconfiggere i trapanesi o si tratta di un banale caso di pareidolia?

Nel prossimo articolo scenderemo nel cratere e lo scopriremo assieme…

Cratere

Il cratere visto da Google Maps
Latitudine: 38°04’02”
Longitudine: 12°40’58”

Annunci

8 thoughts on “ARMAGEDDON – IL METEORITE DI CUSTONACI – PRIMA PARTE

  1. eh sì, anche io una volta ho giocato al tiro alla corda contro una palazzina di 3 piani ma ho perso!
    Mi stupisco che della voragine non ne abbiano subito fatto una discarica…potreste prendere a’ munnezza dei napoletani e guadagnarci un po’!

  2. Grazie per l’articolo. Vero è che in Sicilia si può trovare praticamente di tutto, ma non immaginavo che avessimo anche cose del genere! :)

  3. A dire la verità non furono i trapanesi a tirare il monte Cofano, bensì gli ericini al grido di “tira compagno che Cofano vene” e questa storiella viene raccontata dai trapanesi per prendere in giro i muntisi…

    @Salvatore: e ancora non hai visto cosa c’è dentro il cratere… Ciao

    • @TP: Per quello, non essendo al momento in Sicilia, resto in attesa dell’uscita del prossimo articolo.

      P.S. Ad ogni modo, spero che non si tratti di munnezza! ;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...