4 CAROGNE A MALOPASSO – LE PAGELLE

Ci sono film che restano nella storia. Capolavori immortali, da leggenda. Registi sagaci, geniali, con un innato senso dell’arte. E poi c’è Vito Colomba, e il suo “Quattro Carogne a Malopasso

Le pagelle del rumpiteste:

Salvatore Cipponeri [Bill Nelson] 6: Come cowboy non è molto espressivo, al massimo riesce a fare due espressioni, quella dell’uomo col cappello e quella dell’uomo senza cappello. Però è il protagonista e quindi deve sostenere sulle sue spalle il peso di quasi tutto il film. Memorabile la scena del saloon, la lotta con Cisko, e le chiacchierate con lo sceriffo Hoara.

Tony Genco [Sam Hoara] 10: Lo Sean Connery di Malopasso. E’ l’uomo buono, personificazione del siciliano onesto combattuto tra la voglia di cambiare le cose e l’istinto di sopravvivenza. Le sue massime si rivelano la chiave per capire tutto il film. Da Oscar.

Caterina Pace [Mary Hoara] 6: Il ruolo che Vito Colomba le assegna è quello della donna che non ha altro compito che occuparsi del padre prima e del marito poi. Forse non reciterà mai più in un film ma l’Oscar per il più bel due di picche della storia del cinema non glielo toglie nessuno. Da solo vale tutto il film.

Daniele D’Angelo [Parker] 5: Come cattivo forse è un po’ troppo sofisticato. Probabilmente Vito Colomba lo mette volutamente un passo indietro rispetto a Bill Nelson per farne risaltare la figura di eroe senza macchia e senza paura.

Salvatore Avola [Roger Santarita] 7,5: In un western ci sono i buoni e ci sono i cattivi. E poi c’è lui, Roger Santarita, il fuorilegge che non è nè buono mè cattivo ma che vive in mondo dove le leggi le fa lui e spara per farle rispettare. Attore dall’occhio porcino e dall’italiano incerto, proprio come i veri cowboy di Malopasso.

Nicola Vultaggio [Rudo] 9: E’ il braccio destro di Parker, l’uomo che gli sta vicino in tutte le circostanze. Graziato all’inizio del film da Bill Nelson, di cui è il vero antagonista, è lui il più cattivo delle 4 carogne. E riesce benissimo nella parte.

Carmelo Morreale [Tom] 7: Non è un attore, ma un pittore, un artista di quelli veri. Accetta di buon grado di rimettersi in gioco con un cameo in cui interpreta Tom, una delle carogne che riesce a ferire da distanza considerevole Bill Nelson ma che da questi viene ucciso subito dopo.

Vito Gagliano [Cisko] 6,5: Ovvero la storia di un galeotto qualunque che diventa sceriffo. Diventa un personaggio di primo piano solo nelle battute finali del film ed è il protagonista dell’indimenticabile scena di lotta con Bill Nelson.

Vito Colomba [cittadino di Malopasso] 7,5: anche lui fa un cameo nella parte di un abitante qualunque di Malopasso che disperato chiede aiuto alle istituzioni contro la prepotenza delle carogne. E’ l’emblema del trapanese esasperato che alza la voce, forse proprio per questo Vito Colomba ha tenuto per sè questa parte molto meno prestigiosa di altre…

Nino Scaduto [il giudice di Malopasso] 9: Agisce nell’ombra. E’ una figura chiave del film. Le parole di Sam Hoara assumono un altro significato se si pensa al giudice di Malopasso… Parte piccola ma importantissima. Ottima interpretazione.

Antonio Rizzo [il prete] 7,5: che vuole dirci Vito Colomba quando alla fine del film, con la vendetta che inesorabile sta per compiersi, fa spuntare dal nulla questo prete che invita alla pace nonostante ormai nulla può fermare la violenza? Niente, solo testimoniare che a Malopasso chi parla di pace non viene ascoltato. In ogni caso interpretazione ottima e credibile.

Nicola Mangiapane [Roccia] 8: Personaggio secondario ma lui assolve benissimo il compito, meriterebbe più spazio.

Pietro Parisi [Orson] 8: Memorabile interpretazione. Puzza di alcol, tabacco e vecchio west.

Annunci

3 thoughts on “4 CAROGNE A MALOPASSO – LE PAGELLE

  1. Queste me le ero perse! Fantastiche!
    Mi stupisce che hai dato 5 a Cipponeri, ma non posso che essere d’accordo. Però il 9 al giudice è un po’ esagerato. Forse ti sei lasciato trasportare dall’importanza del personaggio, mentre qui avresti dovuto giudicare l’attore, che qui non è che faccia chissà quale interpretazione…

    • Cipponeri è come Clint Eastwood. E poi 6 non è 5.
      Il giudice di Malopasso è quello che ha il potere ed è molto bravo, così come il barista di Malopasso o Roccia o gli altri.

      Aspetto le pagelle dello loscassamaroni per un confronto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...